Pacchetti turistici, sviluppati per conoscere il settore agroalimentre della provincia di Varese unitamente alla bellezza del territorio, proposti dai nostri tour–operator

Posizione: Home > Comuni della provincia di Varese > Solbiate Olona

Pubblicità


Comuni della provincia di Varese


ATTENZIONE!!
Consulta i pacchetti turistici proposti dai nostri tour–operator

Solbiate Olona

Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Solbiate Olona: Chiesa Parrocchiale (1)
Foto 1: didascalia
Solbiate Olona: Chiesa Parrocchiale

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

Situata a confine tra Olgia Olona e Fagnano Olona, poco distante da Busto Arsizio, Solbiate Olona condivide il fiume Olona con Gorla Maggiore e Gorla Minore.

È nel 1017 che il nome del paese appare per la prima volta in documenti storici, quando si ha notizia di un certo Warderico de Sorbiate. In seguito, come Sabiate.
Un cittadino di Solbiate, tale Girardo, presenzia ad una sentenza dei consoli a Milano, mentre un certo Rolando ricopre la carica di Console del Seprio.

La Notitia Cleri Mediolanensis del 1398 accenna all’esistenza di una chiesa dedicata a Sant’Antonino; la chiesa divenne rettoria nel 1564 e parrocchiale nel 1582 e, seppure ricostruita nel 1753 in stile barocco, è attualmente molto deteriorata e chiusa al culto.
La stessa fonte cita inoltre un monastero e una casa dell’Ordine degli Umiliati, posti nell’attuale via Sant’Antonino, che dovevano versare un tributo di sei denari alla Santa Sede.
Un altro edificio sacro, dedicato a San Vito, venne demolito nel 1603, mentre rimane ancora la chiesa dei Santi Gervaso e Protaso, pur nel rifacimento ottocentesco.

Chiesa del Sacro Cuore (2)
Foto 2: didascalia
Chiesa del Sacro Cuore

Sviluppatosi lungo i due poli di insediamento costituiti dal centro principale e dalla frazione di Solbiello, entrambi dislocati sulle rive dell’Olona, Solbiate fu attraversata diverse volte da truppe in assetto di guerra, come quelle guidate da Federico Barbarossa nel 1176 alla battaglia di Legnano e fu di nuovo qui che cercarono rifugio i Milanesi quando, nel 1257, dovettero ritirarsi da Castelseprio.
Le più gravi incursioni vennero compiute tuttavia nel 1511 dalle truppe del cardinale di Sion che incendiarono il paese e nel 1515 da mercenari svizzeri che si diedero al saccheggio.

Centro che contava poco più di trecento abitanti nel 1564, anno in cui venne fondata la parrocchia, Solbiate Olona nel 1578 venne infeudata agli Altemps, che vendettero il 23 giugno 1650 i diritti feudali a Francesco Maria Terzaghi, dal quale passarono nel 1656 ad un ramo della famiglia Visconti.
La popolazione, che agli inizi del Settecento contava circa quattrocento abitanti, era dedita in gran parte all’agricoltura, specie alla coltivazione dei cereali, della vite e del gelso.
Due erano i mulini funzionanti in Solbiate e, per sfruttare l’energia idraulica, sul luogo dove sorgeva uno di essi, nelle vicinanze dell’Olona, venne impiantata nel 1823 la prima filatura.
Lo sviluppo di questo stabilimento, divenuto in poco tempo il maggiore della Lombardia, portò con sé vantaggi non solo economici per gli abitanti di Solbiate, poiché all’impegno dei titolare dell’azienda si deve la costruzione di edifici pubblici come l’asilo infantile e la scuola elementare, nonché l’istituzione di casse di soccorso e di enti filantropici.
L’andamento demografico, con il trasferimento di molti lavoratori a Solbiate, ha conosciuto dalla fine del 1800 uno sviluppo progressivo, così come anche l’insediamento di numerose altre industrie, nei settori della meccanica, della lavorazione dei metalli, delle materie plastiche.


Legenda foto
1, 2: Foto FL s.a.s.
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori Itinerari e Sapori: itinerari turistici e prodotti tipici della provincia di Varese

Pubblicità