Pacchetti turistici, sviluppati per conoscere il settore agroalimentre della provincia di Varese unitamente alla bellezza del territorio, proposti dai nostri tour–operator

Posizione: Home > Comuni della provincia di Varese > Sangiano

Pubblicità


Comuni della provincia di Varese


ATTENZIONE!!
Consulta i pacchetti turistici proposti dai nostri tour–operator

Sangiano

Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Sangiano: Chiesa parrocchiale Sant’ Andrea (1)
Foto 1: didascalia
Sangiano: Chiesa parrocchiale Sant’Andrea

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

Sangiano è un piccolo borgo che si dispiega alle pendici della collina omonima, sulla quale è possibile salire per godersi la vista del Lago Maggiore, a due passi dal centro abitato. In ispecial modo, dalla cima del rilievo si possono scorgere con chiarezza il Golfo di Laveno e le Isole Borromee.

Sono due le ipotesi esplicative del toponimo: la prima fa risalire il nome Sangiano alla divinità pagana Giano, a cui venne preposto San a seguito dell’editto di Costantino e alla conversione al Cristianesimo della popolazione locale. La seconda ipotesi attribuisce la genesi del toponimo alla chiesetta dedicata a San Giovanni, esistente sul territorio comunale almeno dall’806, per cui Sangiano deriverebbe dalla pronunzia idiomatica di quel luogo religioso.
A proposito dei luoghi di culto, in cima al rilievo di Sangiano sorge la chiesa dedicata a San Clemente, amministrativamente di pertinenza di Caravate, ma sotto la giurisdizione ecclesiastica di Sangiano.

Panorama di Sangiano dalla balconata picuz (2)
Foto 2: didascalia
Panorama di Sangiano dalla balconata picuz

La storia di Sangiano è intimamente connessa a quella della vicina Leggiuno, alla quale era unito come comune unico dal 1927 al 1963. E come per tutta la zona, anche Sangiano fu territorio di insediamento di Celti e Romani, per poi vivere l’esperienza del Cristianesimo. Nel medioevo la presenza umana è testimoniata dalla piccola chiesa posta alle porte di Sangiano, provenendo da Caravate. È un edificio in stile romanico, ma sfortunatamente ricoperta con un rivestimento di plastica che non consente di comprenderne i diversi attributi. La cappella è consacrata a Sant’Andrea, ma da quando questo titolo è stato dato alla chiesa parrocchiale odierna ci si riferisce a essa con Madonna del Rosario. La chiesa parrocchiale invece è appunto dedicata a Sant’Andrea Apostolo.
Tra gli edifici non religiosi si segnala Villa Fantoni, donata dalla famiglia omonima al Comune e diventata sede di alcune iniziative sostenute dall’amministrazione e coadiuvate nella realizzazione dagli abitanti, come il Presepio vivente.
Oggigiorno l’economia di Sangiano è sostenuta da un esiguo numero di artigiani, che non accolgono l’intera forza lavoro del paese, costretta pertanto a cercare impiego nelle industrie dei comuni limitrofi. Alcuni introiti derivano anche dall’attività turistica.

Legenda foto
1, 2: Foto FL s.a.s.
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori Itinerari e Sapori: itinerari turistici e prodotti tipici della provincia di Varese

Pubblicità