Pacchetti turistici, sviluppati per conoscere il settore agroalimentre della provincia di Varese unitamente alla bellezza del territorio, proposti dai nostri tour–operator

Posizione: Home > Comuni della provincia di Varese > Mornago

Pubblicità


Comuni della provincia di Varese


ATTENZIONE!!
Consulta i pacchetti turistici proposti dai nostri tour–operator

Mornago

Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Mornago: Chiesa Parrocchiale (1)
Foto 1: didascalia
Mornago: Chiesa Parrocchiale

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

Situato sulla strada che Varese porta a Vergiate, il comune di Mornago è composto dalle frazioni di Crugnola, Montonate e Vinago che, comuni autonomi fino al 1869, vennero uniti al comune di Mornago con Regio Decreto del 14 febbraio di quell’anno.

Il nome Mornago probabilmente deriva da un Maurinus o Maurenus, un personaggio dell’epoca romana che possedeva diverse proprietà nella zona.
Nel XIII secolo assumerà il nome di Morenago e, quindi, attraverso successive modifiche, si pervenne all’attuale Mornago.

Secondo il classico Liber notitiae di Goffredo da Bussero, risulta che già nel XIII secolo esistevano a Mornago due chiese aperte al culto, una dedicata a San Michele e l’altra a San Vito, oggi scomparsa.
La chiesa di San Michele è ancora oggi la parrocchiale, ma sembra non derivi da quella medioevale, bensì sia stata costruita nel XV secolo, come si può evincere dallo stile barocco.

Paese ad economia agricola fino all’inizio del XX secolo, Mornago ha successivamente conosciuto un discreto sviluppo industriale, particolarmente nel campo tessile e dell’abbigliamento e in quelli meccanico e chimico.

Le frazioni di Mornago

(2) Crugnola: Chiesa Santa Maria Assunta, (3) Montonate: Chiesa di Sant’Alessandro, (4) (5) Vinago: Chiesa Santi Gaudenzio e Biagio; Chiesetta Madonna di Loreto
Foto 2, 3, 4, 5: didascalie
(2) Crugnola: Chiesa Santa Maria Assunta, (3) Montonate: Chiesa di Sant’Alessandro, (4) (5) Vinago: Chiesa Santi Gaudenzio e Biagio; Chiesetta Madonna di Loreto
Crugnola (foto 2)

La frazione di Crugnola risulta nominata in una pergamena del 1288 custodita nella Curia Arcivescovile di Milano, nella quale si menziona il sacerdote Giovanni di Culignolla; il nome attuale appare comunque già in uno scritto del 1564.
Nel corso della visita pastorale del 1566, il visitatore gesuita Leonetto Chiavone attesta, nella sua relazione, l’esistenza di due chiese, rispettivamente dedicate a San Giulio e a Santa Maria Assunta.
Quest’ultima, attraverso ripetute modificazioni nel corso degli anni, diventerà l’attuale chiesa parrocchiale.

Montonate (foto 3)

L’attuale frazione di Montonate è uno dei più antichi paesi della Lombardia; il suo nome infatti appare scritto sopra una lapide votiva di epoca romana ritrovata alcuni secoli or sono, sulla quale si possono leggere queste parole: «I.O.M. Montunates vicans Lovanius V.S.L.M.», che tradotte in italiano significano «A Giove Ottimo Massimo gli abitanti di Montonate e Lovanio sciolgono il voto con animo lieto».
Anche nell’altra frazione di Crugnola sono stati ritrovati alcuni reperti romani.
Dopo aver fatto parte del Contado del Seprio, Mornago diventa un libero comune che sarà soggetto prima alla famiglia dei Della Torre e poi a quella dei Visconti.

La chiesa di Montonate risale al XVII secolo, è di stile barocco e risulta dedicata a Sant’Alessandro.
Sempre a Montonate si possono vedere i resti di un antico castello abitato dai Visconti Bossi, oggi smembrato in diverse abitazioni, ma del quale risulta ancora visibile la torre e un’altra chiesa dedicata ai Santi Giuseppe e Carlo.

Vinago (foto 4, 5)

La frazione di Vinago avrebbe la sua radice nel latino vini ager, dai vigneti che ancora fino a poco tempo fa crescevano rigogliosi su questa terra.
Il nome appare scritto per la prima volta in un documento dell’842.
L’esistenza a Vinago di un luogo di culto risale al 1382: si tratta della chiesa parrocchiale dedicata ai Santi Gaudenzio e Biagio, patroni anche dell’attuale chiesa parrocchiale, di stile barocco ma risalente al 1845, costruita per iniziativa del parroco di allora don Castiglioni.
Nel centro della frazione, in località detta Broletto, sorge la piccola chiesa dedicata alla Madonna di Loreto.

Legenda foto
1, 2, 3, 4, 5: Foto FL s.a.s.
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori Itinerari e Sapori: itinerari turistici e prodotti tipici della provincia di Varese

Pubblicità