Pacchetti turistici, sviluppati per conoscere il settore agroalimentre della provincia di Varese unitamente alla bellezza del territorio, proposti dai nostri tour–operator

Posizione: Home > Comuni della provincia di Varese > Mercallo

Pubblicità


Comuni della provincia di Varese


ATTENZIONE!!
Consulta i pacchetti turistici proposti dai nostri tour–operator

Mercallo

Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Mercallo: fornace (1)
Foto 1: didascalia
Mercallo: fornace

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

Mercallo si trova sulla sponda occidentale del Lago di Comabbio, a metà strada tra Vergiate e Comabbio.

Il nome del comune sembra derivare dalle voci germaniche “Markt” e “halle”, ad indicare un luogo dove si teneva un mercato, probabilmente in epoca longobarda.
In posizione elevata, posto all’estremità meridionale del Lago di Comabbio e alle spalle del Monte Croce (449 m.), limitato dalle colline che gli fanno corona, il comune si è arricchito dell’apposizione “dei Sassi” al toponimo.
Il territorio di Mercallo è infatti ricco di massi erratici, detti anche “trovanti”, e di terreni rocciosi.
La vicinanza a Sesto Calende e a Vergiate, centri di notevole importanza storica ed economica, oltre che la dipendenza dal feudo di Angera fino al 1756, hanno forse lasciato permanentemente in secondo piano Mercallo, anche se rimangono testimonianze dell’antichità nelle vicinanze, in località Vignaccia, dove vi è una necropoli risalente al I secolo d.C.

Chiesa parrocchiale (2)
Foto 2: didascalia
Chiesa parrocchiale

L’unico monumento antico presente in paese è la chiesa, di origine medioevale, dedicata a San Giovanni Evangelista.
L’edifìcio, citato già dal Liber Notitiae Sanctorum Mediolani nel XIII secolo, è oggi notevolmente modificato rispetto a quel periodo.
Rimangono alcune caratteristiche tipiche dell’arte romanica, come il campanile che, seppur intonacato, presenta tuttora specchiature ad archetti ciechi
.
È del 1891 invece la realizzazione dell’attuale edificio, cui viene modificato anche l’orientamento.
La facciata precedente, decorata da due statue che rappresentano San Carlo Borromeo e San Giovanni è sormontata da una scultura raffigurante l’aquila di San Giovanni Evangelista, rimane così sul lato sinistro della nuova chiesa, mentre l’attuale transetto ingloba il vecchio presbiterio.
Il nuovo tempio, consacrato nel 1901 dall’arcivescovo di Milano cardinale Ferrari, è in stile neogotico con decorazioni in cotto e conserva al suo interno un dipinto del XVII secolo che rappresenta il Battesimo di Cristo.

Legato tradizionalmente all’agricoltura, il comune si è notevolmente avvantaggiato della costruzione della superstrada Vergiate–Besozzo, grazie alla quale negli ultimi vent’anni è stato possibile l’insediamento di numerose aziende tessili e meccaniche, oltre a diverse attività artigianali, come falegnamerie e carpenterie metalliche, permettendo così, pur rimanendo alto il numero di lavoratori pendolari, un miglioramento delle condizioni di vita nel paese.

Mercallo: Lago di Comabbio (3)
Foto 3: didascalia
Mercallo: Lago di Comabbio
Legenda foto
1, 2, 3: Foto FL s.a.s.
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori Itinerari e Sapori: itinerari turistici e prodotti tipici della provincia di Varese

Pubblicità