Pacchetti turistici, sviluppati per conoscere il settore agroalimentre della provincia di Varese unitamente alla bellezza del territorio, proposti dai nostri tour–operator

Posizione: Home > Comuni della provincia di Varese > Cuvio

Pubblicità


Comuni della provincia di Varese


ATTENZIONE!!
Consulta i pacchetti turistici proposti dai nostri tour–operator

Cuvio

Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Chiesa parrocchiale di Cuvio (1)
Foto 1: didascalia
Chiesa parrocchiale di Cuvio

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

Comune che da il nome alla valle, di cui è il capoluogo “storico”, si trova sul percorso della strada provinciale che da Luino conduce alla statale Varese-Laveno.

Venne scelto durante l’Età del ferro come luogo d’insediamento da palafitticoli alla ricerca di una dimora più riparata.

Per trovare un riferimento documentario al nome di Cuvio occorre però risalire al 1167, quando, in una pergamena appare il nome del prevosto di Cuvio, Gualdericus Sescalcus.

Le vicende della Valcuvia, viste attraverso quelle della sua pieve, evidenziano da un lato un continuo espandersi dell’influenza di questo centro ecclesiastico, che giunse nel 1295 ad inglobare ai suoi confini importanti comunità come Cugliate, Cunardo, Caravate, Cittiglio e Gemonio, e dall’altro la singolare condizione di dipendenza spirituale dalla Diocesi di Como e di appartenenza politica al Ducato di Milano.
Le continue lotte tra Milano e Como durante il Medioevo determinarono perciò numerosi mutamenti di tipo giurisdizionale per queste terre. La struttura della pieve, in cui era previsto che tutti i Canonici abitassero in comunità presso la chiesa plebana, andava intanto cedendo il passo ad un’organizzazione di tipo parrocchiale, nella quale i sacerdoti risiedevano nel luogo che avevano in cura. Con il Concilio di Trento, che stabilì il definitivo passaggio alla suddivisione territoriale in parrocchie, la pieve di Cuvio divenne perciò esclusivamente un centro di giurisdizione ecclesiastica, mentre al suo interno sorgevano numerosi edifìci di culto e venivano erette le parrocchie. Quando il 6 luglio 1798, al tempo della Repubblica Cisalpina, il Capitolo di San Lorenzo venne soppresso e i suoi beni vennero venduti, la Canonica aveva però ormai perso autorità nei confronti delle poche chiese limitrofe che le erano rimaste sottoposte, mentre molte si erano rese autonome nel corso dei decenni.

Dagli inizi dell’Ottocento, Cuvio è sede della celebre fabbrica di organi. Importanti risorse economiche sono costituite anche dal turismo e da diverse attività artigianali e commerciali.

(2) Cuvio, (3) Comacchio: Chiesa Santa Maria Assunta
Foto 2, 3: didascalie
(2) Cuvio, (3) Comacchio: Chiesa Santa Maria Assunta


Legenda foto
1, 2, 3: Foto FL s.a.s.
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori Itinerari e Sapori: itinerari turistici e prodotti tipici della provincia di Varese

Pubblicità