Pacchetti turistici, sviluppati per conoscere il settore agroalimentre della provincia di Varese unitamente alla bellezza del territorio, proposti dai nostri tour–operator

Posizione: Home > Comuni della provincia di Varese > Cuveglio

Pubblicità


Comuni della provincia di Varese


ATTENZIONE!!
Consulta i pacchetti turistici proposti dai nostri tour–operator

Cuveglio

Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Cuveglio: la torre della Canonica (1)
Foto 1: didascalia
Cuveglio: la torre della Canonica

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

Per la posizione centrale e per l’importanza storica considerato il capoluogo della Valcuvia, il comune di Cuveglio comprende, oltre al centro omonimo, le frazioni di Canonica, Vergobbio e Cavona.

Un elemento di grande importanza nella storia antica della Valcuvia è rappresentato dal ritrovamento, effettuato nel 1911 nei pressi della vecchia stazione ferroviaria, di una ventina di tombe sparse che in seguito si rivelarono appartenenti ad una necropoli di età preromana.

Se pure molte suppellettili funerarie sono andate disperse per l’incuria, i reperti che sono venuti alla luce testimoniano come la Valcuvia fosse un crocevia per quanti percorrevano le strade dall’Alto Milanese al Ticino.

Le vicende storiche di Cuveglio appaiono, fin dai primi documenti che ci sono pervenuti, strettamente connesse a quelle della Canonica di San Lorenzo, sita nella frazione di Canonica, costruita secondo alcune ipotesi nel secolo VI o VII, poi ricostruita nel XVII secolo e di cui resta l’imponente torre campanaria merlata del XIII secolo, a cui venivano pagate le decime in misura delle risorse economiche disponibili.

La chiesa di Santa Maria, edificio di impianto originariamente romanico che sorge ad un centinaio di metri dal sepolcreto, dipendeva dalla Collegiata di Cuvio e se ne parla nel 1284, in occasione della permuta di beni tra il prevosto di San Lorenzo e il monaco laico che si occupava della cura della chiesa.

Con la costruzione della chiesa di Sant’Antonio, Santa Maria decadrà, fino ad essere chiusa, dopo essere stata ceduta a privati. Le testimonianze artistiche provenienti da questa chiesa, nonostante il degrado dell’edificio, ci sono pervenute grazie ad un’opera di attento recupero.

Importante centro commerciale e amministrativo, Cuveglio incentra sul turismo le propria attività economica, mentre le risorse produttive poggiano attualmente su alcune importanti industrie, tra le quali spiccano quelle di torcitura, e su numerose attività artigianali.

>> Galleria di immagini

Legenda foto
1: Foto FL s.a.s.
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori Itinerari e Sapori: itinerari turistici e prodotti tipici della provincia di Varese

Pubblicità