Pacchetti turistici, sviluppati per conoscere il settore agroalimentre della provincia di Varese unitamente alla bellezza del territorio, proposti dai nostri tour–operator

Posizione: Home > Comuni della provincia di Varese > Cremenaga

Pubblicità


Comuni della provincia di Varese


ATTENZIONE!!
Consulta i pacchetti turistici proposti dai nostri tour–operator

Cremenaga

Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Chiesa parrocchiale (1)
Foto 1: didascalia
Chiesa parrocchiale

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

Cremenaga è situato nei pressi della strada provinciale, dove si trova la Dogana con la Svizzera, che unisce Ponte Tresa con Luino.

Il toponimo è probabilmente composto da due voci e da un suffisso tardo-germanico, e perció scomponíbíle in Kair, che significa pietra, roccia, dal quale deriva la prima parte del nome, cre, poi da men che starebbe per montagna, e quindi da ago, databile nell’alto Medioevo; il tutto dá origine a un nome diffuso per esempio in Canton Ticino (Cremena), in Valsassína (Cremeno), e nella locale Crana, e si presta molto bene per descrivere la natura montuosa e rocciosa del territorio comunale.

Visitando il paese si ricava immediatamente l’impressione di una grande tranquillitá, dovuta soprattutto al silenzio nel quale si trova immerso.
Ma anche altri fattori spiegano questa condizione: la vicinanza con Ponte Tresa, molto piú conosciuto e con un passaggio doganale infinitamente piú utilizzato, e la mancanza di infrastrutture per accogliere eventuali turisti nel periodo invernale o estivo.

Cremenaga, il fiume Tresa (2)
Foto 2: didascalia
Cremenaga, il fiume Tresa

Peraltro la storia del paese è assai antica, in quanto il centro storico e il primo nucleo abitativo di Cremenaga risalgono almeno al XIV secolo, quando l’abitato faceva parte del feudo delle Quattro Valli, prima dipendente dalla Valtravaglia mentre poi, nel 1439, diventerá parte dei possedimenti della famiglia Rusca. Nel 1690, con la Valmarchirolo, entrerá a far parte del feudo di Angera.
Ma con ogni probabilità, il paese è stato quanto meno una zona di transito giá in epoca preistorica, come sembra potersi rilevare dalla scoperta di alcune coppelle - piccoli vasi usati per raffinare metalli preziosi - attribuibili alla tarda etá del ferro.

La chiesa parrocchiale di Cremenaga, dedicata a Santa Maria Annunciata, risale al 1854 ed è costruita in stile neoclassico, ma ne esistono due precedenti, quella di San Quirico, del 1352, e quella di Santa Maria, del 1670.

Le risorse economiche di Cremenaga appaiono modeste e quasi tutte provenienti dal frontalierato, anche se sono presenti alcune índustríe manifatturiere e alcune attività legate all’edilizia e al commercio.

Legenda foto
1, 2: Foto FL s.a.s.
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori Itinerari e Sapori: itinerari turistici e prodotti tipici della provincia di Varese

Pubblicità