Pacchetti turistici, sviluppati per conoscere il settore agroalimentre della provincia di Varese unitamente alla bellezza del territorio, proposti dai nostri tour–operator

Posizione: Home > Comuni della provincia di Varese > Clivio

Pubblicità


Comuni della provincia di Varese


ATTENZIONE!!
Consulta i pacchetti turistici proposti dai nostri tour–operator

Clivio

Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Chiesa di San Materno (1)
Foto 1: didascalia
Chiesa di San Materno

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

Piccolo comune della Valceresio, a pochi chilometri con il confine svizzero.

Clivio è attraversato dall’omonimo torrente, che scorre su un terreno di natura geologica molto varia, con un decorso lungo il quale affiorano rocce ammonitiche presenti fin oltre il confine, nel Mendrisiotto.

Il territorio su cui sorge il comune di Clivio con ogni probabilitá appartenne - durante l’epoca romana - al municipio di Como, ma è soltanto in un documento dell’859, riguardante Sant’Ambrogio, che il nome di Clivio appare per la prima volta.

Appartenente alla pieve e al feudo di Arcisate, Clivio, come il resto della pieve, passa sotto la giurisdizione di Milano e fra il 1112 e il 1120 governa la diocesi ambrosiana Giordano da Clivio.
Nei secoli successivi al periodo medioevale, Clivio conobbe la stessa storia del Varesotto, passando attraverso i governi prima spagnolo e poi austriaco, con l’intermezzo, a cavallo del XVIII secolo, della dominazione napoleonica.
In particolare, durante questo periodo, divenne un centro importante per il controllo delle merci in transito per la Svizzera.

Clivio, chiesa parrocchiale (2)
Foto 2: didascalia
Clivio, chiesa parrocchiale

La rilevanza religiosa del comune è attestata, giá verso la fine del XIII secolo, dalla presenza di cinque chiese, come attestato dal Liber notitiae sanctorum Mediolani scritto dal cronista Goffredo da Bussero.
Si tratta delle chiese dedicate rispettivamente a San Pietro (in Canonica), Santa Maria della Rosa , San Michele e San Carpoforo.
Un’altra chiesa è quella dedicata a San Materno di stile romanico, con affreschi databili al 1545, situata nella strada che dalla provinciale porta alla chiesa dei Santi Pietro e Paolo.

Da un punto di vista economico, Clivio è un comune caratterizzato dalla vicinanza con il Canton Ticino, dove quotidianamente si reca a lavorare oltre la metá della popolazione, mentre non è ancora sufficientemente valorizzato il turismo, come pur sarebbe possibile data la splendida posizione del paese, circondato da boschi e con un clima estremamente favorevole, soprattutto per uscire in estate dall’afa cittadina.

Legenda foto
1, 2: Foto FL s.a.s.
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori Itinerari e Sapori: itinerari turistici e prodotti tipici della provincia di Varese

Pubblicità