Pacchetti turistici, sviluppati per conoscere il settore agroalimentre della provincia di Varese unitamente alla bellezza del territorio, proposti dai nostri tour–operator

Posizione: Home > Comuni della provincia di Varese > Casale Litta

Pubblicità


Comuni della provincia di Varese


ATTENZIONE!!
Consulta i pacchetti turistici proposti dai nostri tour–operator

Casale Litta

Fonte: I testi sono tratti da:

    Autore: Marco Invernizzi e Andrea Morigi
    Titolo: “I comuni della provincia di Varese”
    Casa editrice: Edizioni Del Drago
    Anno di pubblicazione: Milano, 1992

I testi sono stati modificati e adattati per le esigenze del sito mantenendo invariate le qualità delle informazioni.

Casale Litta: Chiesa Parrocchiale di San Biagio (1)
Foto 1: didascalia
Casale Litta: Chiesa Parrocchiale di San Biagio

Caratteristiche del territorio

Cenni storici

In posizione centrale all’interno della provincia, vicino ai laghi di Varese e di Comabbio, il paese sorge sopra alcune alture distanti fra di loro, dalle quali si domina anche il Lago Maggiore.
Appartengono al comune le frazioni di Villadosia e Bernate.

Di Casale Litta se ne parla per la prima volta nel 1398, nella Notitia cleri Mediolanensis, riportando l’esistenza di un’unica cappella che fungeva da centro per la esigua popolazione di allora.
Appartenuto al feudo di Albizzate, con Inarzo e Tordera, il paese entrò nella divisione che ne fecero i discendenti dei Visconti di Albizzate.
La parrocchia di San Biagio, forse fondata nella seconda metà del secolo XVII, viene citata nel 1723.

Il territorio di Casale, nel 1725, era formato dai campi e dagli abitati di Inarzo, Tordera e Bernate, che si basavano su un’economia agricola, coltivando il prato e la vite e pagando, complessivamente, al parroco locale e al capitolo di Besozzo una decima in ragione di un quindicesimo del raccolto.

Gli abitanti di Inarzo, o meglio gli estimati, nel 1784 reclamarono l’uso del denaro della cassa comunale di Casale per costruire una strada, adducendo la ragione della vendita, da parte del comune dominante, di una palude appartenente ad Inarzo.

(2) Bernate: Chiesetta di San paolo, (3) Villadosia: Chiesa di Santa Maria Assunta
Foto 2, 3: didascalie
(2) Bernate: Chiesetta di San paolo, (3) Villadosia: Chiesa di Santa Maria Assunta

Casale tuttavia affrontava già le spese relative alla manutenzione viaria e, in seguito al controllo dei registri contabili, emerse il mancato versamento da parte di Inarzo di denari derivanti dall’affitto di terre; la causa si concluse perciò, in modo beffardo, con il pagamento da parte di quest’ultima comunità dei tributi sui fondi di cui godeva.
La chiesa parrocchiale di San Biagio attendeva restauri sin dal 1722.
Nel 1792 venne avanzato il progetto, da parte dell’assemblea dei capifamiglia, più il parroco e gli estimati del comune, per ricostruire la chiesa parrocchiale, ma si dovettero moderare le spese, e i lavori iniziarono nel 1794.

Con l’età contemporanea, all’attività agricola e all’allevamento, sviluppatisi naturalmente grazie alla ricchezza di terreni coltivabili e boschivi del territorio, si sono affiancate aziende manifatturiere e artigianali.

Legenda foto
1, 2, 3: Foto FL s.a.s.
Webattuale: creazione ed ideazione di siti web, da usare, capire e sfruttare con semplicità e rapidità nel rispetto dei navigatori Itinerari e Sapori: itinerari turistici e prodotti tipici della provincia di Varese

Pubblicità